Squarepusher

Squarepusher: Over

Tom Jenkinson, in arte Squarepusher, uno dei più prolifici e creativi artisti degli anni '90, è l'ideatore di un progetto artistico che amalgama appassionate ispirazioni sperimentali drum'n'bass con profonde ed innovative influenze progressive jazz.
Figlio di un batterista jazz, Jenkinson passa la sua adolescenza ascoltando i grandi maestri del dub e del jazz come Miles Davis, Augustus Pablo, Charlie Parker e Art Blakey, ed inizia a suonare strumenti ritmici come batteria e basso; esordiente nel 1996 con l'album "Feed Me Weird Things" per la label Rephlex di Richard "Aphex Twin" James, Squarepusher ottiene immediatamente unanimi consensi per l'ottima qualità della produzione, che si rivela molto affine alla sonorità tipiche degli Aphex Twin conservando tuttavia una profonda e riconoscibile impronta personale.
Dopo la pubblicazione nel 1997 dell'album "Hard Normal Daddy", Squarepusher diventa un one-man-group realizzando e suonando da solo il disco fusion "Music Is Rotted One Note", uscito nel 1998.
La straordinaria frenesia creativa dell'artista trova una spettacolare conferma durante tutto l'arco del 1999, attraverso la realizzazione di due Ep, "Budakhan Mindphone" e "Maximum Priest", e dell'album "Selection Sixteen", che ancora una volta mostra il grande talento delle produzioni firmate Squarepusher.