Chingy

Chingy: Over

Nel posto giusto al momento giusto.
Who's Chingy? Di certo non un sosia di Nelly (come qualcuno l'ha definito) anche se per sua stessa ammissione osservandolo e condividendo il palco con lui ha imparato molti trucchi del mestiere. Questo però non basta a fare di lui un clone.
Nel 2003 lo sconosciuto rapper Chingy (all'anagrafe Howard Bailey, classe 1980) irrompe di prepotenza sulla scena musicale Usa con l'inno di strada "Right Thurr", che in breve scala la classifica Billboard Hot 100 fino alla posizione #4 e guadagna l'heavy rotation sul circuito MTV.
Nato a St Louis, Chingy ha voglia di arrivare in fretta e in questo "Jackpot", il disco d'esordio dal titolo profetico, gli porta un gran bene. A coronamento di un anno fantastico, il 6 novembre 2003 Chingy è uno degli ospiti degli MTV Europe Music Awards 03, uno degli show più ricchi di star che la storia della musica ricordi.
Per capire il suo exploit si tengano presenti alcune cose: innanzitutto i meriti personali di Chingy, rimatore estroso in possesso di una buona tecnica, uno stile molto cool e solare e delle necessarie doti di perseveranza, senza le quali sei solo un buon rapper disoccupato.In secondo luogo bisogna pensare al momento che sta attraversando l'hip hop, mai stato così felice, almeno dal punto di vista commerciale: è la musica più ascoltata al pianeta ma anche la più cool, la più premiata (vedi Grammy e MTV Music Awards) e la sua cultura incuriosisce per via dei personaggi che ne fanno parte (da Eminem, che ha dato inizio alla 'new wave' hip hop con "The Eminem Show", a P. Diddy, Busta Rhymes, Outkast e tutti gli altri). E di questo pittoresco mondo Chingy fa parte di diritto, suscitando a sua volta parecchia curiosità.
Infine c'è il background culturale, le sue origini. Esponente di un 'Dirty South Style' che negli ultimi anni è andato emancipandosi dai capiscuola di New York e L.A., Chingy proviene da St. Louis, la patria di Nelly (appunto). Inizia a rappare da ragazzino, nei primi anni '90, e in breve si costruisce una reputazione nell'ambiente underground locale dove circolano i cd prodotti dal suo gruppo, i Without Warning.
La svolta avviene quando adotta il moniker Chingy (termine gergale che sta per soldi) ed entra da solista a far parte della scuderia di Ludacris, il rapper proprietario della label Disturbing Tha Peace. Sotto questo marchio pubblica "Jackpot", con il team The Trak Starz alla produzione: il lancio del cd viene agevolato dal successo di "Right Thurr" che, on air per settimane alla radio, totalizza un sorprendente successo di vendite quando finalmente raggiunge i negozi (giugno 2003).
L'anno successivo si bissa: "Powerballin'" conferma il successo commerciale grazie anche al singolo "Balla Baby" e alla fine conquisterà lo status di platino (non tre volte platino, come il disco d'esordio, ma comunque un gran bel vendere).
Il ritorno in sala d'incisione è datato anno 2006, quando Chingy si mette al lavoro sull'album #3, "Hoodstar" (pubblicato a partire dalla seconda metà di settembre).
Il nuovo lavoro viene anticipato dal singolo "Pullin' Me Back", che conquista l'heavy rotation su MTV e MTV2.